Al via il piano #scuolebelle

Il piano per l’edilizia scolastica del governo prende forma. Si parte da oggi con i primi interventi di piccola manutenzione per il ripristino del decoro e della funzionalità degli edifici scolastici. Per rendere le #scuolebelle è previsto, sul 2014, un finanziamento di 150 milioni. Dallo scorso venerdì è disponibile sul sito www.istruzione.it l’elenco completo delle istituzioni scolastiche interessate quest’anno, per un totale di 7.751 plessi (dato aggiornato al 18 luglio). Il Miur verserà gli importi direttamente alle scuole. Saranno poi i dirigenti scolastici ad ordinare i lavori attraverso gli appalti Consip o ricorrendo ai vecchi appalti dove quelli nuovi non sono ancora stati attivati.

I DESTINATARI

A beneficiarne, per il momento, saranno le scuole d’infanzia e quelle primarie. Ben 322, delle complessive 7.801 scuole nazionali, quelle chiamate da lunedì a calendarizzare i piccoli lavori sui quali il ministero dell’Istruzione promette il controllo, onde evitare che i fondi erogati, siano poi utilizzati in altro modo.
Nelle prossime settimane da viale Trastevere dovrebbe, inoltre, arrivare l’altro campione di istituti – scuole medie e superiori – sulle quali intervenire nei prossimi mesi. Per il 2015, il governo dovrebbe sbloccare altri 300 milioni, per altri 10mila plessi scolatici, da destinare sempre al capitolo “scuole belle”. Possibile, in questo caso, che Roma e la provincia possa ottenere quasi il doppio della cifra stanziata ora: circa 8 milioni di euro.

LA SICUREZZA

Dopodiché, una volta portato a dama il primo capitolo del piano, si passerà alla messa in sicurezza degli edifici. Più di mille quelli della Capitale che richiedono interventi strutturali come la sostituzione degli impianti elettrici, idraulici, termici. Al liceo classico Torquato Tasso e allo scientifico Newton piove in classe a causa delle infiltrazioni d’acqua dai soffitti, alla scuola media Ettore Majorana alcune classi sono inutilizzate, poiché per isolare la presenza dell’amianto, sono state blindate con supporti di plastica. Infine, l’ultima parte del progetto è destinata alle scuole nuove.

C’è quindi ancora molto da fare, siamo solo all’inizio della massiccia operazione di adeguamento del patrimonio scolastico nazionale.

Scarica la sintesi dei finanziamenti per Provincia del piano per il decoro degli immobili.

Scarica i finanziamenti per istituto per il piano Piano #scuolebelle.

Fonti: MIUR; il Messaggero

Autore:

Alessandro Sartori
0 commenti Visualizza i commenti Nascondi i commenti

Aggiungi un commento

Altri articoli in News

Articoli popolari

credits: Adviva - Realizzazione siti web