Fondi per l’incremento dell’efficienza energetica degli edifici scolastici

Incremento dell’efficienza energetica negli edifici scolastici italiani, importanti sforzi da parte dello Stato

Con il Decreto Legge del 24 giugno 2014, n. 91 (“Disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l’efficientamento energetico dell’edilizia scolastica e universitaria, il rilancio e lo sviluppo delle imprese, il contenimento dei costi gravanti sulle tariffe elettriche, nonché per la definizione immediata di adempimenti derivanti dalla normativa europea“) sono stati introdotti importanti provvedimenti al fine di realizzare interventi di incremento dell’efficienza energetica nelle scuole e negli edifici universitari negli usi finali dell’energia. Punto fondamentale dell’articolo 9 del presente decreto è la possibilità di concedere finanziamenti a tasso agevolato ai soggetti pubblici competenti per la realizzazione degli interventi appena descritti. Questi interventi sono volti al conseguimento di un miglioramento del parametro di efficienza energetica dell’edificio di almeno due classi in un periodo di massimo 3 anni. Le modalità di concessione, erogazione e rimborso dei finanziamenti a tasso agevolato, nonchè le caratteristiche di strutturazione dei fondi saranno individuate entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto.

Si tratta dunque di un ulteriore incentivo da parte del Governo alla riqualificazione del patrimonio scolastico italiano, di cui tutti i comuni dovranno tener presente.

Fonte: Il Sole 24 Ore

Il testo completo dell’articolo 9 del D.L. n.91 del 24 Giugno 2014 è riportato qui.

Leggi l’articolo completo de “Il Sole 24 ore”.

Autore:

Alessandro Sartori
0 commenti Visualizza i commenti Nascondi i commenti

Aggiungi un commento

Altri articoli in News

Altri articoli in Nuove costruzioni

Articoli popolari

Articoli popolari

credits: Adviva - Realizzazione siti web