Efficientamento energetico: 610 interventi grazie al Fondo Kyoto

110 milioni di euro per 610 interventi distribuiti su tutto il territorio italiano. Queste sono le cifre ufficiali a seguito della conclusione della procedura avviata dal Ministero dell’Ambiente per l’assegnazione dei finanziamenti previsti dal Fondo Kyoto. Lo scopo di tali finanziamenti è quello di effettuare degli interventi urgenti di efficientamento energetico di almeno due classi di edifici scolastici ed universitari, con mutui a tasso agevolato pari allo 0,25% avvalendosi di Cassa Depositi e Prestiti.

Le risorse stanziate a valere sul Fondo Kyoto sono riservate ai soggetti pubblici proprietari di immobili destinati all’istruzione scolastica, ivi inclusi gli asili nido, e all’istruzione universitaria, all’alta formazione artistica, musicale e coreutica. Potranno altresì beneficiare dei finanziamenti agevolati i fondi di investimento chiusi costituiti ai sensi dell’articolo 33,comma 2, del decreto legge 6 luglio 2001,n. 98, convertito con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111 e s.m.i..
Gli interventi di riqualificazione energetica ed efficientamento dovranno conseguire, entro 3 anni dalla data di inizio dei lavori, un miglioramento del parametro dell’efficienza energetica dell’edificio di almeno due classi rispetto al momento di presentazione della domanda.

Le modalità di accesso al bando, di concessione e di erogazione dei finanziamenti a tasso agevolato, sono contenute nel Decreto n. 66 del 14 aprile 2015 , pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 109 del 13 maggio 2015. 
L’obiettivo è quello di realizzare scuole più sicure ed efficienti, alimentate da energie sostenibili e di ricercare un risparmio economico nella gestione degli immobili scolastici.

Fonte: italiasicura

Autore:

Alessandro Sartori
0 commenti Visualizza i commenti Nascondi i commenti

Aggiungi un commento

Altri articoli in News

Altri articoli in Riqualificazione energetica

Articoli popolari

Articoli popolari

credits: Adviva - Realizzazione siti web