Scuole in legno: 27 a Milano entro il 2016

Scuole in legno a Milano entro il 2016, per un totale di 27 edifici sostenibili. Nasceranno dall’accordo siglato tra il capoluogo meneghino e FederlegnoArredo, introducendo quella che nel Nord Europa è già realtà. I vantaggi? Molteplici, se si considerano velocità di costruzione, sismo-resistenza, risparmio energetico e sostenibilità economica

Scuole sicure e belle attraverso la riqualificazione sostenibile

Una riqualificazione sostenibile degli edifici scolastici per scuole più sicure e all’avanguardia. È l’obiettivo comune di Legambiente e dell’Istituto Nazionale di Bioarchitettura, che hanno siglato un protocollo d’intesa per la promozione di una riqualificazione sostenibile dell’edilizia scolastica.

Spino d’Adda: Federlegno e la nuova scuola primaria in legno, biocompatibile, antisismica e antincendio

Il comune di Spino d’Adda ha firmato l’accordo con Federlegno relativo la redazione del progetto da porre a base di gara per la realizzazione della scuola primaria di Spino d’Adda, nel campus di via Ungaretti. Ora che il comune ha acquisito, nel corso dell’ultimo consiglio comunale, l’area su cui edificare la scuola, l’iter prosegue e Federlegno metterà a disposizione del comune la competenza del proprio ufficio tecnico e dei massimi esperti nazionali delle costruzioni in legno per raggiungere quanto prima l’obiettivo di dare a Spino d’Adda una nuova scuola primaria, realizzata in legno. I compiti di Federlegno In particolare, Federlegno…

La scuola di Bolzano

La “ricostruzione degli spazi” per una didattica partecipata ed innovativa

I FINANZIAMENTI DISCONTINUI L’edilizia scolastica è sempre stata oggetto d’interventi che si potrebbero definire discontinui, finanziati con iniziative del governo nazionale ogni tanto, accanto a riforme ordinamentali o a politiche territoriali. Con la così detta legge Masini del 1996 si è cercato di mettere un po’ d’ordine nel processo di governo del settore definendo, oltre alla riorganizzazione degli immobili a uso scolastico, risorse economiche secondo piani triennali ripartiti a livello regionale con progetti messi in campo dagli Enti Locali. Tali piani sono andati rarefacendosi nel tempo, seguendo un po’ l’andamento economico del Paese, fino a essere sospesi per un bel…

Vulnerabilità sismica edifici scolastici: le cause architettoniche e strutturali

La vulnerabilità sismica degli edifici scolastici dipende sicuramente da fattori e cause di diversa natura. Le più frequenti sono sicuramente: l’inadeguatezza della classificazione sismica e della normativa fino al 2003; la configurazione architettonica; una progettazione ed una costruzione spesso carenti nei particolari costruttivi e nei materiali; scarsa manutenzione; le modifiche strutturali effettuate dopo la costruzione. Tra le motivazioni appena elencate, in questo articolo si vuole approfondire, in modo particolare, quella relativa all’aspetto architettonico e strutturale delle scuole del nostro Paese. Aspetti architettonici e strutturali Un edificio scolastico è impegnato a svolgere diverse funzioni e sono dunque richiesti diversi tipi di…

Fondi per l’incremento dell’efficienza energetica degli edifici scolastici

Incremento dell’efficienza energetica negli edifici scolastici italiani, importanti sforzi da parte dello Stato Con il Decreto Legge del 24 giugno 2014, n. 91 (“Disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l’efficientamento energetico dell’edilizia scolastica e universitaria, il rilancio e lo sviluppo delle imprese, il contenimento dei costi gravanti sulle tariffe elettriche, nonché per la definizione immediata di adempimenti derivanti dalla normativa europea“) sono stati introdotti importanti provvedimenti al fine di realizzare interventi di incremento dell’efficienza energetica nelle scuole e negli edifici universitari negli usi finali dell’energia. Punto fondamentale dell’articolo 9 del presente decreto è la possibilità di…

Lo sblocca-Italia per 55 comuni veneti

Il governo Renzi è impegnato in queste settimane al varo di una manovra complessiva da 5-6 miliardi di euro per lo sblocco di piccole e grandi opere. Nel campo dell’edilizia scolastica, si prevede una prima tranche mirata a interventi di manutenzione e riqualificazione su 21mila edifici, per più di un miliardo di euro. Nella regione Veneto, queste le amministrazioni interessate allo sblocco dei fondi: Provincia di Padova (5): Albignasego, Campodoro, Due Carrare, Limena e Montagnana. Provincia di Belluno (1): il capoluogo. Provincia di Verona (10): Buttapietra, Cologna Veneta, Grezzana, Peschiera del Garda, Pescantina, Rivoli Veronese, San Bonifacio, San Giovanni Lupatoto,…

L’emergenza “edilizia scolastica” in Italia: i dati

Gli edifici ad uso scolastico in Italia Nel 2008, in Italia, si sono registrati 51.904 edifici ad esclusivo o prevalente uso scolastico. Il 30 % di questi è concentrato nelle prime 10 province (tra cui le prime 3 sono Roma, Milano e Napoli). Il 51 % si distribuisce nelle prime 24 province. Circa il 29% si trova in comuni di piccola dimensione demografica (fino a 5 mila abitanti). Come tipologia costruttiva, si ha una netta prevalenza di strutture miste in c.a. e muratura, circa il 67% del totale, cui segue la muratura portante in pietra e mattoni (15%), e la…